Debito Pubblico Italiano

mercoledì 8 febbraio 2012

Menù di San Valentino dei DuoSiciliani



Consentitemi questa volta di pubblicare dei piccoli consigli a tutte quelle persone innamorate che, schivi da ogni perversione, vogliono soltanto vivere la loro umanità nel miglior modo possibile. Auguro pertanto a tutti coloro che si amano e si desiderano (le due cose devono essere necessariamente messe assieme, altrimenti non vale) di festeggiare nel migliore dei modi la loro giornata di San Valentino.
Tre piccoli, quanto importanti consigli per tutti:
- non esagerate con le porzioni: per un risultato ottimale della cena di San Valentino dovreste alzarvi dalla mensa con un leggero appetito latente che riempirete con le dovute "coccole".
- mangiate mooolto lentamente: vi soddisferete prima e meglio di ciò che mangiate ed eviterete i soliti gorgoglii e sfiati post-prandiali.
- scegliete il vino tra i migliaia di D.O.C. meridionali ed evitate accuratamente i soliti intrugli che ci propinano nei supermercati. Un buon vino "artigianale" e "locale" evita mal di testa, problemi corporei e aiuta a rallegrare al meglio la serata con il vostro partner.

Vi allego alcuni consigli gastronomici (e soprattutto ecologici, oltre che meridionalisti) per accompagnare degnamente la loro giornata di festa.
Tutte le ricette indicate sono per DUE persone. Trovate i link per le pietanze più difficili oppure trovate le ricette dopo il menù
Tartufo, zafferano, cipolla, noce moscata e, soprattutto, peperoncino sono tutte spezie altamente afrodisiache...mi raccomando!!

AVVERTENZA: tutti i piatti presentati possono essere mangiati a temperatura ambiente. Preparateli prima e mangiateli comodamente in due.

Antipasti:
-Frutti di mare: alici marinate (aglio e peperoncino)
-Bruschetta al tartufo (tartufo del Molise o di Calabria)
-Bruschetta con ‘Nduja Calabrese (peperoncino)

Primi piatti
-Pasta con ricotta, zafferano e zucchine
-Orecchiette con cime di rapa (acciughe, aglio, peperoncino)


Secondi Piatti:
-Cozze gratinate (peperoncino, aglio)
-Zuppa di pesce (peperoncino)

Contorni
-Puré di patate (noce moscata)
-Finocchi gratinati (peperoncino)
-Nidi di carciofi (trovate la ricetta dopo il menù)

Frutta:
Mele con cacao e cannella (cioccolato e cannella)
-Insalata di arance rosse Tarocco di Sicilia (peperoncino) (ricetta dopo il menù)




RICETTE

Orecchiette alle Cime di Rape
200 gr. di orecchiette
200-250 gr. di cime di rapa (parte edibile corrispondente a circa 2 chili di prodotto lordo) 
un cucchiaio di capperi 
uno spicchio di aglio 
un peperoncino 
5 filetti di acciughe 
olio extra vergine di oliva e sale quanto basta 




Innanzitutto, pulite e lavate per bene le cime di rapa. Scegliete le cime di ciascun ramo della pianta e le foglioline più piccole, evitate le infiorescenze gialle e le foglie ingiallite. La cima di rapa più ambita è la versione "Fasano" o "Minervino", ma in genere sono tutte buone. Lessate e tiratele via dalla pentola mettendole da parte e conservando l’acqua di cottura. Nella stessa acqua, mettete a cuocere le orecchiette. Nel frattempo, preparate il soffritto in una padella: riscaldate l’olio, non fatelo fumare. Quindi, versateci aglio, peperoncino, capperi e i filetti di acciughe. Quando ritenete di aver raggiunto una buona cottura, versate le cime di rapa e le orecchiette (che avete scolato dalla pentola) e saltate in padella. Se pensate che il risultato sia un po’ secco, aggiungete un pochino di acqua di cottura. Impiattate e mangiate


Pasta con ricotta, zafferano e zucchine
per 2 persone
150gr di pasta (io preferisco i paccheri)
2 cucchiai di ricotta fresca
1 bustina di zafferano
2 zucchine medie
1 cipolla bianca piccola
sale e olio e.v.o.
Partiamo dalle zucchine: lavatele, spuntatele e tagliatele a cubetti, Prendete una padella e fate imbiondire la cipolla tritata finemente; quando vedete che inizia a prendere un colore ambrato aggiungete le zucchine e fatele saltare per qualche minuto.
Nel frattempo, fate lessare la pasta. Una volta pronta, scolatela con acqua corrente fredda e mettetela in una terrina. Aggiungetevi la ricotta, la bustina dello zafferano e le zucchine, che intanto si saranno ammorbidite. Aggiustate di sale e, volendo, un pizzico di peperoncino in polvere ;-) e lasciate da una parte a riposare per un'oretta, affinché i sapori si mescolino per bene.


Nidi di carciofi
per 2 persone

4 carciofi
100 gr. di mozzarella tagliata a dadini 
2 filetti d'acciuga dissalati e tagliati in due
olio q. b.,
prezzemolo tritato
1 cucchiaio di pangrattato
pecorino grattugiato
sale e un pizzico di peperoncino in polvere



Togliere le foglie dure ai carciofi, tagliarli a 3/4, pareggiare i gambi (il rimanente dei gambi verrà cotto con i carciofi) e metterli in una terrina con acqua fredda acidulata con succo di limone. 
Riunire in una terrina la mozzarella, il formaggio grattugiato, il pangrattato, il prezzemolo, il sale ed il peperoncino in polvere. Lavorare con il cucchiaio fino a formare un composto omogeneo. Dopo aver lavato i carciofi sotto l'acqua corrente, sgocciolarli ed aprire le foglie al centro per mettervi il composto ottenuto e, sopra ad ognuno, poco filetto di acciuga. 
Adagiare i carciofi riempiti in una teglia e versare un po' di olio. Bagnare fino a metà carciofo con acqua fredda aggiungendo i gambi rimasti.
Coprire la teglia e metterla su fuoco moderato e cuocere per circa 1 ora. Passare, quindi, la teglia scoperta in forno a 180 gradi per 15 minuti. 
I carciofi così cucinati possono essere serviti sia caldi che freddi.







Insalata di arance rosse
2 arance rosse
succo di 1/2 limone
50 gr di olive nere
olio e.v.o. q. b.
sale a piacimento 


Sbucciare e tagliare le arance a rondelle non troppo spesse, emulsionare olio, limone e sale.

Disporre le arance su un piatto da portata, aggiungi le olive e versare sopra le arance il composto emulsionato.
p.s. se avete la fortuna di trovare arance biologiche vi consiglio di non sbucciarle, meglio se la buccia è sottile.


Mele cacao e cannella
2 mele 

1 cucchiaio di cacao 
2 cucchiai di marmellata di albicocche 
miele 
succo di un limone 
1 stecca di cannella

Lavate le mele e con l'apposito attrezzo privatele del torsolo (dovete lasciare la mela priva solo della parte centrale con i semi)

Riempitele le mele con mezza stecca di cannella, una spolverata di cacao, un cucchiaino di marmellata di albicocche. 
Spruzzatele, poi, con il limone unito al miele
Disponete le mele sulla placca da forno ricoperta da un foglio di carta da cucina e cuocetele per 20 minuti nel forno già caldo a 220 gradi.