Debito Pubblico Italiano

giovedì 26 maggio 2011

La Battaglia di Bitonto: il Corteo storico

Appena arrivata dal Comune di Bitonto la comunicazione relativa allo svolgimento del Corteo Storico che ricorda la Battaglia di Bitonto. Da considerare l'enfatizzazione dell'aspetto puramente formale e folcloristico e le condizioni in cui versa l'unico elemento ancora visibile di tale battaglia: l'Obelisco Carolino.


Il 26 maggio Bitonto rinnova l'appuntamento con la Storia.
Per ricordare la Battaglia del 26 maggio 1734 con la vittoria dell'esercito spagnolo del generale Montemar sull'esercito austriaco l'Assessorato al Turismo e Marketing e territoriale del Comune di Bitonto e l'Associazione culturale "Accademia della Battaglia" organizzano il tradizionale Corteo storico. La rievocazione dell'evento, che segnò la nascita del Regno delle Due Sicilie, come di consueto attraverserà le principali vie della città con un momento storico-artistico all'ombra del Torrione Angioino.
Negli anni il Corteo storico di Bitonto si è andato affermando come uno degli appuntamenti culturali e turistici di maggior richiamo in Puglia, proponendo un ricco e dettagliato spaccato degli eventi storici e della vita del tempo.
La manifestazione prenderà il via alle ore 17 con il raduno in piazza 26 Maggio 1734, dove si erge l'Obelisco Carolino eretto a ricordo del Miracolo della Vergine Immacolata, che secondo la tradizione apparve al generale Montemar scongiurando il saccheggio della città.
Dopo il rituale omaggio alla Vergine Immacolata, protettrice del Regno del Sud, e ai caduti della Battaglia, il corteo composto da popolani, artigiani, contadini, esponenti del clero, rappresentanti delle famiglie nobili bitontine, borghesi, artiglieri, fanti, generali e militari a cavallo e in carrozza, percorrerà via Mazzini, via Matteotti, piazza Moro, via Repubblica, piazza 26 Maggio, via Dante, viale Giovanni XXIII, corso Vittorio Emanuele: dopo il saluto alle bandiere dinanzi a Palazzo Gentile, i figuranti raggiungeranno alle ore 19.30 piazza Moro e l'area antistante il Torrione Angioino per il momento storico-artistico che ricorderà i momenti salienti della Battaglia di Bitonto.
L'animazione del Corteo e della rievocazione sarà curata dal gruppo "Imago Historiae" e si avvarrà della collaborazione dell'Associazione musicale "Davide Delle Cese" per l'esecuzione di musiche settecentesche.
Per l'occasione l'Assessorato al Turismo ha promosso presso i siti internet specializzati uno specifico pacchetto turistico, puntando ad incrementare la presenza di visitatori e curiosi in città.
"La rievocazione storica – spiega il Sindaco, Raffaele Valla - è uno degli eventi più affascinanti organizzati in città. L’Amministrazione Comunale la sostiene, perché dà lustro alla città di Bitonto ed è momento di notevole importanza storica, culturale e popolare. Mi auguro che soprattutto le nuove generazioni si innamorino di questa tradizione e si impegnino a tramandarla nel tempo, proseguendo nel lodevole lavoro che gli amici dell’Accademia della Battaglia, con la prof.ssa Tota in testa, da anni svolgono”.
"Per noi bitontini - aggiunge il vicesindaco e assessore al turismo e marketing territoriale, Domenico Damascelli - questo momento ha un sapore speciale, perché il miracolo compiuto dalla Vergine, che impedì il saccheggio della nostra città, ha rinsaldato ulteriormente il legame devozionale della gente con l’Immacolata, patrona di Bitonto.
Oggi il Corteo storico rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello per la nostra comunità, nonché una preziosa occasione di promozione e attrazione turistica e culturale".